Il bene e il male – Fondazione Collegio San Carlo

Il bene e il male

Piccole ragioni. Filosofia con i bambini

Filosofia con i bambini, ottobre 2010 - aprile 2011


Negli ultimi anni abbiamo assistito in Italia a una discreta diffusione delle pratiche di filosofia per bambini, intese nei sensi più diversi (Philosophy for Children, Filosofare con i bambini ecc.). Talvolta queste pratiche hanno elaborato rigidi protocolli, in altri casi si sono sviluppate empiricamente metodologie plurali sulla base delle singole sensibilità individuali. Altrettanto diversa è stata la concezione della filosofia utilizzata come base del lavoro didattico ed educativo: la filosofia come introduzione alle pratiche democratiche, come ricerca della verità, come costruzione di un’argomentazione logica, come forma di avviamento alla conoscenza e così via. A partire da un’attenta riflessione su questi precedenti esperienze, il progetto «Piccole ragioni. Filosofia con i bambini» intende caratterizzarsi per una diversa interpretazione del sapere filosofico e per una diversa concezione del lavoro educativo. In particolare si segnalano tre specificità: in primo luogo, il progetto intende valorizzare il ruolo del sapere filosofico nell’analisi delle questioni etiche; in secondo luogo, intende rivolgersi a bambini della scuola dell’infanzia con metodologie e linguaggi pensati nello specifico; in terzo luogo, intende valorizzare il lavoro delle insegnanti, che saranno messe in contatto con docenti esperti attraverso un corso di formazione, ma che saranno autonome nella definizione dei singoli percorsi.

Il progetto è pensato su scala pluriennale: nella prima edizione il tema è «Il bene e il male». Il suo scopo consiste nello sviluppo, da parte del bambino, di una riflessione critica su questioni di carattere etico che appaiono spesso scontate, così da prefigurare una forma di sapere filosofico inteso come meraviglia, stupore, sapere critico, "sguardo con altri occhi". Convinzione del progetto è infatti che nello sviluppo conoscitivo del bambino vi sia uno spazio talvolta trascurato relativo alla conoscenza etica, spesso lasciata in secondo piano rispetto allo sviluppo dell’intelligenza cognitiva e al riconoscimento delle emozioni. Nel presente percorso si parte ovviamente dalla consapevolezza che il bambino possiede già idee e rappresentazioni mentali riguardanti i temi etici, che tuttavia dovranno emergere con chiarezza e consolidarsi tramite i percorsi scelti e strutturati dalle insegnanti. La domanda cui si dovrà cercare di rispondere è la seguente: cosa pensano i bambini riguardo il bene e il male? Una maggiore attenzione alle questioni etiche dovrebbe infatti favorire la nascita di una prima consapevolezza critica da parte del bambino nella sfera dell’agire collettivo e della vita in comune, in modo da interiorizzare attivamente (perché prodotto di un sapere fondato sull’esperienza in grado di costruire abilità sociali) valori necessari alla convivenza pacifica e al rispetto degli altri. Il risultato di questo percorso di esplicitazione delle questioni etiche dovrebbe condurre alla definizione dell’immagine del bambino inteso come protagonista attivo di un percorso di apprendimento e di riflessione sulle questioni etiche a partire da esperienze concretamente sviluppate sul piano metaforico (racconto, disegno, rappresentazione ecc.), che è fondamentale per l’attività conoscitiva visto che quest’ultima non può essere riducibile esclusivamente alla dimensione concettuale. L’idea-guida del progetto consiste dunque nel favorire il processo di riflessione autonoma e nel rendere queste riflessioni visibili attraverso i canali comunicativi più vicini al bambino come, per esempio, le attività grafiche, l’invenzione di racconti o la drammatizzazione. È comunque ovvio che, nel lavoro didattico ed educativo, il tema etico del bene/male dovrà essere declinato secondo forme comprensibili al bambino e soprattutto vicine alle sue esperienze quotidiane, quali i temi della diversità, del rispetto reciproco, delle regole.

La Fondazione San Carlo, in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Modena, promuove un ciclo di incontri su questi temi, in parte aperto al pubblico, in parte riservato alle insegnanti delle scuole dell’infanzia comunali che hanno aderito al progetto. Il ciclo si apre martedì 5 ottobre 2010, ore 17.30, con la conferenza pubblica di Alfonso M. Iacono (professore di Storia della filosofia all’Università di Pisa). Gli incontri riservati alle insegnanti della scuola dell’infanzia saranno tenuti da Maria Antonella Galanti (professoressa di Pedagogia presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Pisa: lunedì 22 novembre 2010 e giovedì 17 febbraio 2011) e Luca Mori (formatore del progetto «Filosofia con i bambini», Laboratorio filosofico Ichnos: lunedì 25 ottobre 2010 e mercoledì 26 gennaio 2011).

Scarica il programma

Riepilogo

Anno accademico
Tema
  • Il bene e il male
Periodo

Conferenze

05/10/2010

I bambini insieme alla filosofia

Alfonso M. Iacono

Filosofia con i bambini