Vittorio Franceschi – Fondazione Collegio San Carlo

Vittorio Franceschi

Attore, autore e regista teatrale


Attore, autore e regista teatrale, all'inizio degli anni ‘60 lavora al Teatro Stabile di Trieste dove sono allestite le sue prime commedie. Nel 1968 è tra i fondatori, con Dario Fo e Franca Rame, dell'Associazione Nuova Scena, che dà vita a un circuito teatrale alternativo, e ne resta alla guida fino al 1981, trasferendone la sede da Milano a Bologna. È autore di innumerevoli testi teatrali, fra cui La ballata dello spettro (1974), Monologo in briciole – collage di materiali tratti dall'opera narrativa e poetica di Cesare Zavattini (1984), Scacco pazzo, commedia coprodotta dagli Stabili di Bologna e Trieste per la regia di Nanni Loy (1991) e da cui è tratto l'omonimo film di Alessandro Haber (2002); Jack lo sventratore, che ha debuttato al Festival dei Due Mondi di Spoleto (1992) e Il sorriso di Daphne, che ha ricevuto nel 2006 il Premio Ubu (Nuovo testo italiano). Suoi testi sono rappresentati in tutta Europa. In qualità di attore ha lavorato nei principali Teatri Stabili italiani e all'estero con la Comédie de Genève. Ha interpretato diversi ruoli anche in campo cinematografico. È condirettore della Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone di Bologna, dove insegna recitazione.