Dichiarazioni evangeliche

Il movimento evangelicale 1966-1996


E’ un volume importante, quello curato dal teologo Pietro Bolognesi, direttore dell’Istituto di formazione evangelica e documentazione di Padova e della rivista «Studi di teologia», perchè aiuta a penetrare in un universo particolarmente complesso e scarsamente conosciuto quale il movimento evangelicale: poco noto, si badi, nonostante si sia in effetti imposto, di recente, all’attenzione dei mass media, dei sociologi e dei politologi. Esso non corrisponde ad una specifica chiesa, ma rappresenta piuttosto un fenomeno trasversale che caratterizza svariate chiese protestanti senza esaurirsi in una specifica denominazione religiosa. “Può allora essere opportuno – annota nell’introduzione il curatore dell’opera – fare uno sforzo ulteriore per cercare di penetrare il fenomeno partendo dai testi che sono prodotti nell’ambito del movimento stesso” (p. IX): ecco dunque la prima raccolta grazie alla quale siamo in grado di conoscere direttamente i principali documenti nei quali si esplicitano caratteri, identità e propositi sulle tematiche considerate maggiormente rilevanti dagli evangelici stessi, in una sorta di autopresentazione scandita ritmicamente dalla triade di congressi mondiali sull’evangelizzazione di Berlino (1966), Losanna (1974) e Manila (1989). I documenti, secondo la tradizione protestante, non possiedono valore dogmatico ma piuttosto orientativo: riflettono cioè la sensibilità del mondo evangelico e il suo evolversi, e sono stati scelti per il rilievo avuto, per cui non risultano omogenei quanto alla sede di emanazione, il tenore o la lunghezza. Affrontano moltissime questioni di carattere biblico-teologico, di vita comune e di impronta ecumenica e confermano i tratti peculiari di tali comunità: dalla rigorosa centralità della Scrittura all’incapacità umana di salvarsi con le proprie forze, dal valore unico e insostituibile della persona e dell’opera di Gesù Cristo all’assoluta necessità dell’esperienza personale della conversione, e quindi dell’evangelizzazione. Alcuni si limitano a “fissare” alcuni punti di riferimento, altri si presentano come delle vere e proprie summae sull’argomento; alcuni cercano di offrire solo una pista di riflessione, altri costituiscono degli autentici strumenti di formazione. Ne emerge, è lo stesso Bolognesi ad evidenziarlo, un quadro assai variegato, quale è quello del microcosmo evangelico. Si tratta, complessivamente, di 38 dichiarazioni, formulate nel corso degli ultimi tre decenni, ciascuna delle quali è introdotta da una scheda che ne richiama il contesto storico e propone utili dati bibliografici in vista di ulteriori approfondimenti.

Dati aggiuntivi

A cura di
Anno pubblicazione 1998
Recensito da
  • Brunetto Salvarani

    Professore di Teologia della missione e del dialogo - Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna, Bologna

Anno recensione 1998
Comune Bologna
Pagine 501
Editore