Profezia e modernità – Fondazione Collegio San Carlo

Profezia e modernità

Politica e religione nell'Africa contemporanea

  • venerdì 24 marzo 2000 - 17,00
Centro Studi Religiosi

La mia conferenza verterà su tre punti. In primo luogo, e molto brevemente, procederò ad alcune riflessioni generali sul profetismo e altri messianismi che sono sorti in Africa, e più generalmente nei paesi del Terzo Mondo, a partire dal XIX° secolo. Considerati giustamente come forme di espressione dei popoli oppressi e colonizzati, essi possono essere analizzati anche come ‘produzioni religiose della modernità’. Questa formula vuole indicare che, al contrario delle tesi, soprattutto weberiane, secondo le quali il mondo, dopo l’epoca dell’illuminismo e del capitalismo, seguirebbe un processo di razionalizzazione e di ‘disincanto’, questi fenomeni religiosi non sono affatto incompatibili con la modernità.

Perciò avanzerò l’ipotesi che attraverso di essi il Terzo Mondo, e in modo particolare l’Africa, abbia in qualche modo anticipato un certo ‘ritorno del religioso’ nel cuore stesso delle società avanzate e che abbia anzi prefigurato il loro corso postmoderno per il modo con cui questi fenomeni hanno prodotto forme sincretiche e barocche, mescolando tutti i campi della vita sociale , il visibile e l’invisibile, e abbandonando ogni rapporto unilineare con il tempo.

In secondo luogo, proporrò lo studio di un caso esemplare, quello del fenomeno profetico in Costa d’Avorio. Dopo alcune considerazioni su questo paese che, per la sua crescita economica e la sua stabilità politica, è stato a lungo considerato in Africa un paese di eccezione, mi soffermerò innanzitutto a mostrare che il cosiddetto ‘miracolo della Costa d’Avorio’ è cominciato agli inizi del secolo, con l’arrivo nel paese di un profeta liberiano (W.W.Harris) che ha sconvolto, a suo modo, il corso della colonizzazione francese. Mostrerò quindi come il fenomeno profetico sia stato una delle componenti essenziali della storia della Costa d’Avorio, essendo strettamente connesso alle rapide trasformazioni socio-economiche della colonia (economia di mercato, scolarizzazione, urbanizzazione) e all’eccezionale ascesa di colui che sarebbe divenuto il ‘despota illuminato’ della Costa d’Avorio, Felix Houphouet-Boigny. E indicherò come lui stesso sia stato un personaggio eminentemente sincretico, che concentrava nel proprio potere ‘legittimità razionale-legale’, ‘legittimità tradizionale’ e ‘legittimità carismatica o profetica’. Terminerò questo secondo parte proponendo una analisi sistematica delle caratteristiche e dei modi di funzionamento dei profetismi in Costa d’Avorio.

Infine, come terzo parte, presenterò il gesto di un profeta recente (anni ’80), che conobbe, sempre in Costa d’Avorio, un successo spettacolare quanto quello di Harris all’inizio del secolo. A riguardo di questo personaggio, il cui profetismo si basa in effetti su un neo-tradizionalismo, metterò in luce come egli sia stato in presa diretta con la prima grande crisi che colpì il ‘miracolo della Costa d’Avorio’ e come abbia anticipato a suo modo la contestazione del regime di Houphouet-Boigny, giunta poi nel 1990, rompendo così i legami che quest’ultimo teneva con i grandi profetismi storici. Terminerò facendo l’ipotesi che un certo neo-tradizionalismo o ‘post-profetismo’ sia forse una delle grandi tendenze di rinnovamento religioso in Costa d’Avorio e in Africa.

Riferimenti Bibliografici


- Augé M., Génie du paganisme, Paris 1982;*
- Balandier G., Sociologie actuelle de l'Afrique noire, Paris 1955;
- Bureau R., Le prophète de la lagune, Karthala 1998;
- Comaroff J., Body of Power, Spirit of Resistance. The Culture and History of a South Africa People, Chicago 1985;
- Dozon J.-P., La cause des prophètes. Politique et religion en Côte d'Ivoire, Paris 1995;*
- Lanternari V., Movimenti religiosi di libertà e di salvezza dei popoli oppressi, Milano 1960;*
- Mary A., Le défi du syncrétisme, Paris 1999;*
- Mühlman E.W., Chiliasmus und Nativismus. Studien zur Psychologie, Soziologie und Historischen Kasuistik der Umsturzbewegungen, Berlin 1967;
- Peel J.D.Y., Aladura. A religious movement among the Yoruba, Oxford 1968;
- Piault C. et al., Prophétisme et thérapeutique, Paris, 1975;*
- Sinda M., Le messianisme congolais et ses incidences politiques, Paris, 1972;
- Sundkler B.B.M., Bantu Prophets in South Africa, London 1961;
- Weber M., Economia e società, Milano 1986-95;*
- Worsley P., La tromba suonerà. I culti millenaristi della Melanesia, Torino 1977.

Testi di riferimento per la lezione

- Augé M., Génie du paganisme, Paris 1982, pp. 281-304.*

(*) I titoli contrassegnati con l'asterisco sono disponibili, o in corso di acquisizione, per la consultazione e il prestito presso la Biblioteca della Fondazione Collegio San Carlo (lun.-ven. 9-19)

Presso la sede della Biblioteca, dopo una settimana dalla data della conferenza, è possibile ascoltarne la registrazione.

Altre conferenze del ciclo

Torna all'archivio conferenze