Modelli di vita perfetta nella cultura dell'Occidente – Fondazione Collegio San Carlo

Le vie dei santi. Modelli di vita perfetta nella cultura dell'Occidente

Ciclo di lezioni, ottobre 1995 - aprile 1996


Con le loro vite esemplari, segnate dalla rinuncia e dalla mortificazione, dall’ascesi e, talvolta, dal martirio, i santi hanno accompagnato la storia del Cristianesimo e della cultura occidentale formando un vasto e multiforme specchio vivente della virtù, un ricchissimo “archivio” di rappresentazioni dell’arte dell’esistenza e della salvezza.
La venerazione delle reliquie, l’edificazione di santuari e la vasta letteratura agiografica testimoniano di un culto che, a partire dalla tarda antichità, ha conosciuto una straordinaria diffusione, ha inciso in profondità sulle condotte di vita e sui vissuti quotidiani e ha sostenuto regimi spirituali e corporali investendo direttamente gli elementi costitutivi della soggettività morale. Proprio dalla produzione agiografica emerge una tipologia della santità che se da un lato riflette il mutare delle problematiche storiche, dall’altro conferma la sostanziale permanenza di un modello antropologico che si presenta invariato, almeno nelle sue linee più generali, dalla tarda antichità in poi, e che individua nel santo colui che lotta vittoriosamente contro le forze del male servendosi di forme più o meno accentuate di ascesi alimentare e sessuale. Lo sguardo più ravvicinato alle forme diverse che la santità ha assunto nella vicenda storica concentra l’interesse sui principali snodi e sulle strategie culturali entro le quali sono state articolate.
La ricognizione su Le vie dei santi, che prosegue l’indagine sulle forme dell’esperienza religiosa della modernità, intende dunque mettere a fuoco modelli e vissuti di santità nella cultura religiosa dell’Occidente, considerandoli appunto come luoghi cruciali in cui si definiscono le proiezioni etiche ed affettive che presiedono alla costruzione dell’identità personale e come banco di prova del nesso religione-modernità.
Dopo uno sguardo introduttivo di carattere antropologico sulle distinzioni fondamentali di sacro, santo e puro e un’indagine sul significato della santità nella Bibbia, il ciclo si propone di cogliere le manifestazioni, gli effetti e i modelli di santità nel cristianesimo antico, medievale e moderno. Completano la ricognizione, un’analisi della “sfida” protestante alle figure dei santi, uno sguardo alle rappresentazioni artistiche e il tentativo di cogliere, attraverso le metamorfosi del sacro nella cultura contemporanea, il volto dei “santi” di oggi.

Riepilogo

Anno accademico
Tema
  • Le vie dei santi
Periodo
Informazioni e contatti Le lezioni si sono svolte presso la Fondazione Collegio San Carlo, via San Carlo 5, Modena,Tel. 059/421240, fax 059/421260 e-mail: csr@fondazionesancarlo.it, www.fondazionesancarlo.it

Conferenze

24/10/1995

Per un'antropologia della santità

Adele Monaci

Centro Studi Religiosi

16/11/1995

La testimonianza dell''Antico e del Nuovo Testamento

Giuseppe Barbaglio

Centro Studi Religiosi

07/12/1995

Dal culto degli eroi al culto dei martiri

Riccardo Di Donato

Centro Studi Religiosi

29/01/1996

Manifestazioni ed effetti della santità medievale

André Vauchez

Centro Studi Religiosi

08/02/1996

Modelli popolari e modelli ufficiali nella santità moderna

Gabriella Zarri

Centro Studi Religiosi

15/02/1996

La sfida protestante alle figure dei santi

Ermanno Genre

Centro Studi Religiosi

27/02/1996

Segni della santità nella rappresentazione artistica

Manlio Brusatin

Centro Studi Religiosi

05/03/1996

La metamorfosi del sacro nell'età contemporanea

Giovanni Filoramo

Centro Studi Religiosi