Discepolato e parentela – Fondazione Collegio San Carlo

Discepolato e parentela

Una antropologia della famiglia nel mondo di Gesù

  • Adriana Destro

    Professoressa di Antropologia culturale - Università di Bologna

  • martedì 06 novembre 2007 - 17.30
Centro Studi Religiosi

I diversi vangeli presentano vari modelli o raffigurazioni del rapporto tra famiglia e discepolato, all'interno del movimento di Gesù. Ciò rende necessaria una ricostruzione di alcuni sfondi storici e culturali del movimento stesso e una indagine specifica dei significati  di famiglia, di discepolato e di altre strutture sociali collaterali.
La forma organizzativa primaria del movimento di Gesù, il discepolato, sfidava alcuni rapporti di base dei gruppi domestici. Ai discepoli erano richiesti distacchi radicali da ciò che costituiva l'assetto familiare. Ma Gesù non sembra ignorare la necessità di ricorrere alle funzioni integrative delle aggregazioni domestiche e di dar loro compiti insostituibili.
La rilettura delle fonti protocristiane permette dunque di comprendere che il movimento aveva relazioni ineliminabili con le ordinarie e consolidate reti familiari. Fa emergere che la relazione che lega le strutture della famiglia a quelle del discepolato assegna agli individui importanti ruoli in entrambe le forme associative. In particolare, il rapporto dialettico tra discepolato e nuclei familiari, che affiora dai testi, impone di non rinunciare ad un confronto comparativo con altre e specifiche forme aggregative volontarie e con alcune diffuse reti scambiste (patronato, clientele, associazioni di lavoro), dalle quali sicuramente dipendevano le dinamiche del mondo in cui Gesù viveva.

Riferimenti Bibliografici

- P.J.J. Botha, Houses in the World of Jesus, in «Neotestamentica», 32/1, 1998, pp. 37-74;
- A. Destro - M. Pesce, Kinship, Discipleship, and Movement. An Anthropological Study of the Gospel of John, in «Biblical Interpretation», 3/3, 1995, pp. 266-284;*
- A. Destro - M. Pesce, Come nasce una religione: Antropologia e esegesi del Vangelo di Giovanni. Bari-Roma, Laterza, 2000;*
- A. Destro - M. Pesce, Fathers and Householders in Jesus Movement: The Perspective of Luke, in «Biblical Interpretation», XI, 2003, pp. 211-38;*
- H. Moxnes (a cura di) Constructing Early Christian Families, London, Routledge, 1997;
- H. Moxnes, Putting Jesus in His Place, Louisville-London, Westiminster-John Knox Press, 2003;
- S. Guijarro, Fidelidades en conflicto, Salamanca, Publicaciones Universidad Pontificia, 1998;
- C. Osiek - D. Balch, Families in the New Testament World. Households and House Churches, Louisville, Kentucky, Westminster-John Knox Press, 1997;*
- W. Van Henten - A. Brenner (a cura di) Family and Family Relations as Represented in Early Judaism and Early Christianity: Texts and Fictions, Leiden, Deo Publishing, 2000;
- A. Wallace-Hadrill (a cura di) Patronage in Ancient Society, London-New York, Routledge, 1990.

(*) I titoli contrassegnati con l'asterisco sono disponibili, o in corso di acquisizione, per la consultazione e il prestito presso la Biblioteca della Fondazione Collegio San Carlo (lun.-ven. 9-19)

Presso la sede della Biblioteca, dopo una settimana dalla data della conferenza, è possibile ascoltarne la registrazione.

Altre conferenze del ciclo

Torna all'archivio conferenze